Seleziona una pagina

di Claudia Schiera

Combinato, colorato, a libera installazione o a incasso: piccolo manuale al modello ideale

Quando si decide di acquistarne uno, oltre alle ovvie valutazioni estetiche e di spazio (importantissime sono le dimensioni: altezza, larghezza e profondità), al preferire un modello combinato (frigo e congelatore) anziché un frigorifero semplice, oggi non deve essere trascurata l’etichetta energetica. Un frigorifero di classe superiore alla A – meglio se almeno A+ – permetterà, infatti, di tagliare considerevolmente in bolletta i costi dell’energia; e poco importa se inizialmente costerà un po’ di più, sicuramente con il passare del tempo questa spesa verrà abbondantemente ammortizzata.
Ecco per voi una mini guida alla scelta, con qualche consiglio utile.

 

1. Freestanding o da incasso?
La prima cosa da stabilire e se si preferisce un modello a incasso o un più pratico frigorifero a libera installazione. Il primo tipo, integrato con i mobiletti della cucina e opportunamente provvisto di pannelli, diventerà un tutt’uno con il resto dell’ambiente e, in modo particolare, in cucine inserite all’interno di open space darà una continuità cromatica e stilistica interessante – e forse da preferire. I secondi, saranno più pratici da inserire ed eventualmente da spostare.

In entrambi i casi, al di là di dimensioni e caratteristiche estetiche, è bene sapere che il frigorifero non va mai incastrato o addossato troppo ai muri. Sia in larghezza sia in profondità è consigliabile mantenere sempre qualche centimetro di gioco. Questo permetterà da una parte alla serpentina dietro di “respirare”, dall’altro renderà semplici eventuali spostamenti per la pulizia o per sporadiche riparazioni.

 

2. Colore sempre più protagonista
Elemento importante, anche dal punto di vista estetico e visivo, l’elettrodomestico per eccellenza negli ultimi anni ha subito importanti variazioni non soltanto tecnologiche. Colorato e spennellato di brillanti tinte pop è diventato il grande protagonista della cucina sia essa piccola e contenuta o più ampia e polivalente.
Rosso, giallo, vede, azzurro o addirittura rosa, nessun colore è negato per questi modelli ricercati, multifunzione e dalle linee armoniose.

3. Acciaio mon amour
Fra le finiture, oltre al bianco, l’acciaio è sicuramente una delle più ricercate e acquistate. Perfetto sia per cucine tradizionali sia per situazioni più contemporanee, può essere inserito nell’ambiente e lasciato “libero” o essere accostato a mobili e pensili.
Per chi ancora pensa che sia un materiale delicato, sappiate che oggi in commercio sono disponibili finiture di acciaio inox lucidissime e antimacchia in grado di non temere impronte o fastidiosi aloni.

4. XXL
Se lo spazio lo permette e se la famiglia è numerosa puntate su un modello dalle dimensioni maxi: scenografici e molto “americani” questi frigoriferi si prestano a contenere davvero di tutto.
Attenzione però, soprattutto in questo caso, a guardare scrupolosamente prima dell’acquisto l’etichetta energetica perché un modello così grande può avere consumi molto elevati. Sarebbe opportuno optare almeno per una classe A++.

Inoltre, come nel caso dei modelli con doppia porta, valutate con cura distribuzione degli spazi interni, profondità di mensole e cassetti e disponibilità di zone a temperature differenziate. Elementi che, specie con ampiezze di un certo tipo, possono fare la differenza.

5. Linee anni ‘50
I modelli più desiderati e gettonati, in questi ultimi anni, sono quelli dei ricercatissimi frigoriferi Smeg, nuove icone dello spazio domestico. Linee vintage e forme morbide che riprendono i primi frigoriferi degli anni ‘50 e danno vita a modelli, mono porta o doppia porta, dalle buone caratteristiche interne e disponibili in diverse classi energetiche.

 

38912ac70593e384_5408-w400-h560-b0-p0-moderno-cucina

6. Americano e a doppia porta
Sempre più gettonati, anche in Italia, i modelli con il congelatore in basso o laterale sono spesso muniti di optional particolari come l’erogatore per l’acqua e per il ghiaccio. Non proprio economici, presentano caratteristiche molto elevate per la conservazione dei cibi: sistemi di purificazione dell’aria interna, filtri antibatterici o zone di temperatura differenziate a seconda dei cibi da conservare.

 

7. Qualche consiglio in più…
Se in cucina avete tanto spazio e una famiglia numerosa che vi porta a tenere scorte supplementari di viveri perché non acquistare, oltre al frigorifero, un congelatore separato per conservare più a lungo i cibi? Che sia verticale – più pratico nella conservazione degli alimenti – o a pozzetto – più economico e spesso più piccolo – sarà un ottimo alleato nella gestione delle provviste e nella programmazione di pranzi e cene.

Sorgente: 7 Consigli per Scegliere un Frigorifero